FB news
Post
Mercoledì, 21 Giugno 2017 11:13

Scambi internazionali

Scritto da

graffiti

Promuoviamo scambi internazionali a livello europeo, rivolti prevalentemente a giovani.

Le tematiche affrontate spaziano dalla permacultura al parcour, dai "graffiti" all'economie solidali. Per avere maggiori informazioni è possibilie scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Giovedì, 25 Maggio 2017 21:17

Materiali e Bibliografia

Scritto da

Materiali

Materiali Audiovisivi
Videocassette prodotte sia nell’ambito del commercio equo e solidale, relative a progetti e popoli del sud del
mondo sia afferenti a temi più generali quali l’agenda 21, le campagne di pressione popolare e il debito estero
Mostre
Diverse sono le mostre a disposizione tra cui
• Il commercio equo e solidale: utilizzabile nell’ambito delle attività didattiche prodotta dal consorzio CTM Altromercato
• Banane Scatenate: 6 pannelli dedicati alla filiera delle banane e il commercio equo; collegabile sia ad attività didattiche sia ad animazioni di strada
• Contratto mondiale sull’acqua: sia aspetti naturalistici, sia politico economici e culturali; collegate attività didattiche e di animazione di strada
Materiali prodotti in proprio o in collaborazione con altre realtà
Mostre
• Mostra sugli strumenti musicali latinoamericani. Composta da più di 70 strumenti con relative didascalie, la
maggior parte provenienti dal commercio equo e solidale, altri integrati per esigenze didattiche
• Il ruolo delle donne nel commercio Equo e solidale. Un opuscolo illustrativo della perduta mostra
• Equosistema, 29 pannelli, su commercio equo e solidale, consumo critico, acqua e finanza etica proposta all’interno della manifestazione Equocaravan
• Equosistema Cacao 12 pannelli su cacao e cioccolato, pianta, lavorazione, economia ed esempi di commercio equo
• Ayoreos, tra miti e leggende, una delle ultime popolazione a essere entrata in contatto con la “civiltà occidentale”
CD e DVD.
• 2 CD di sostegno, ma non solo, alle attività didattiche Sonidos Ajenos e Diritti in musica, a cura del gruppo Rio Colorè
• un DVD dal nome Effetto Terra su 10 organizzazioni del Sud del Mondo
• DVD progetto Bolivia (appunti di viaggio)
• dvd Il colore della musica, in collaborazione con Re.Te. ONG
Materiali didattici
• Vado al Minimo, manuale per stili di vita sostenibili
• I quaderni degli ecostili
• Il giocabottega. gioco per la formazione di giovani aspiranti “bottegai equi”.
• La musica verso Liberi suoni
 
Bibliografia
Alcuni tra i testi utilizzati per le attività proposte e a disposizione di insegnanti ed educatori
CEM a cura di, La collana quaderni dell’interculturalità TEMI, 11 volumi
Petrella, "Il Manifesto dell'acqua: il diritto alla vita per tutti", EGA, 2001
Jelfs, tecniche di animazione per la coesione nel gruppo e un’azione sociale non-violente, Elle Di Ci 1986
Terre di Mezzo, fa la cosa giusta, Berti,2003
Pochettino Berruti, Dizionario del cittadino del mondo, EMI,2003
Ferracin Gioda Loos Giochi di simulazione,LDC, 1990
Camino Calcagno, Cerca l’acqua sotto la terra ferma CNMS,
guida al consumo critico, emi 2003
l’acqua fermando la terra, EGA, 1991
Mance, la rivoluzione delle reti, emi 2003
Shiva, monocolture della mente, Bollati , 1993
Saroldi, Costruire economie solidali, emi 2003
Liss, La comunicazione ecologica, La Meridiana,1992
Guadagnucci, la crisi di crescita, feltrinelli,2004
Loos, 99 giochi cooperativi, EGA,1994
Valer, l’economia giocata,EMI,2004
Coordinamento insegnanti EAS, il viaggio del cacao, CESVI,1996
Morozzi Valer, L'Economia Giocata, EMI, 2006
Mollison B, Introduzione alla permacultura, AAMTerranuova, 2007
Sachs a cura di, Dizionario dello sviluppo, EGA,1998
Marsullo, Il pianeta di tutti, emi, 1998
Hopkins R, Manuale pratico della transizione, Macro edizioni 2009
Perna, fair trade, Bollati Boringhieri, 1998
CNMS,Ai figli del pianeta, emi, 1998
Mercalli L, Prepariamoci,chiarelettere, 2011
Castagnola, Cancellare il debito, EMI,1999
Ermani P Pignatta V., Pensare come le montagne, Terra nuova, 2011
Bologna, "Italia capace di futuro", EMI, 2000
CNMS, Geografia del supermercato Mondiale, EMI,
Coyle D, Economia dell'abbastanza, EdAmbiente 2012
Mercoledì, 24 Maggio 2017 04:04

5xmille

Scritto da

Cosa spinge una persona a percorrere 2.500 km in bicicletta all'anno pur di non aggiungere un grammo di CO2 a causa dei suoi spostamenti?

Cosa porta negozianti da quasi vent'anni a celebrare il funerale delle bibite gassate?

Cosa conduce un gruppo di persone a riconoscersi in una finanza eticamente orientata impegnando risparmi e tempo in quelle attività che sembrano più fragili, come associazionismo e cooperazione sociale?

Questa è la Cooperativa Sociale I.So.La., né eroi né folli, bensì persone che, come te, con gesti spesso silenziosi - Iniziative di Solidarietà e Lavoro - vogliono porre le basi pratiche per una transizione da un modello energivoro, individualista e autodistruttivo a una società resiliente, solidale e in armonia con l'ambiente. 

Anche quest’anno la Finanziaria dà la possibilità di destinare una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di interesse socialePer te potrebbe essere un piccolo gesto, per noi potrebbe essere il modo di far sì che questa esperienza duri più dei suoi 21 anni:

'agricoltura biologica è un metodo di produzione definito e disciplinato a livello comunitario dal Regolamento CE 834/07, e dal Regolamento di applicazione CE 889/08, e a livello nazionale dal D.M. 220/95.

In agricoltura biologica non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi come concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere, nè OGM


Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate come, per esempio:

• la rotazione delle colture, si evita di coltivare per più stagioni consecutive sullo stesso terreno la stessa pianta. In questo modo, da un lato si impedisce ai parassiti di trovare l'ambiente favorevole al loro proliferare, e dall'altro si utilizzano in modo più razionale e meno intensivo le sostanze nutrienti del terreno;
• la piantumazione di siepi ed alberi, che ricreano il paesaggio, danno ospitalità ai predatori naturali dei parassiti e fungono da barriera fisica a possibili inquinamenti esterni;
• la consociazione, che consiste nel coltivare contemporaneamente piante diverse, l'una sgradita ai parassiti dell'altra.

In agricoltura biologica si usano fertilizzanti naturali come il letame ed altre sostanze organiche compostate (sfalci, ecc.) e sovesci, ossia si incorporano nel terreno piante appositamente seminate, come trifoglio o senape.

In caso di necessità, per la difesa delle colture si interviene con sostanze naturali vegetali, animali o minerali: estratti di piante, insetti utili che predano i parassiti, farina di roccia o minerali naturali per correggere struttura e caratteristiche chimiche del terreno e per difendere le coltivazioni dalle crittogame.

Qualora fosse necessario intervenire per la difesa delle coltivazioni da parassiti e altre avversità, l’agricoltore può fare ricorso esclusivamente alle sostanze di origine naturale espressamente autorizzate e dettagliate dal Regolamento europeo (con il criterio della cosiddetta “lista positiva”).

Riduci, riusa, ricicla, ripara, risparmia, ... recupera, rifletti ... risorsa, riprendi, rifiuta, rallenta, reinventa...

La natura da cui la nostra vita dipende non riesce a starci dietro. Non riesce a ricostruire ciò che distruggiamo, a depurare i veleni di cui l’inondiamo, a rigenerare nutrimento per le sue creature, a correggere gli squilibri che noi arrechiamo. Non c’è molto da discutere. C’è molto da fare, con entusiasmo, buon senso, fantasia e coraggio, insieme a milioni di persone già impegnate a restituire valore autentico alla storia umana. La leva di comando sta nella forza del nostro ingegno.

La Transizione è un movimento culturale impegnato nel traghettare la nostra società industrializzata dall’attuale modello economico profondamente basato su una vasta disponibilità di petrolio a basso costo e sulla logica di consumo delle risorse a un nuovo modello sostenibile non dipendente dal petrolio e caratterizzato da un alto livello di resilienza.

Economia, cura/organizzazione della casa, sono tante le attività interconnesse, dal commercio Equo e solidale, allo scambio/baratto, all'autoproduzione, alla finanza etica passando per la "share economy". Non tutte sono monetarie, monetizzabili, non tutte sono quantificabili.

Il nostro principio di fondo è che i mezzi che abbiamo a disposizione non devono diventare dei fini.

Consapevoli che non è solo l'aspetto monetario dell'economia che ci permette di raggiungere il bem vivir, siamo comunque inscindibilmente legati al concetto di solidarietà, come condivisione di un unico destino. Noi rivendichiamo il nostro ruolo: intermediari, aggregatori, attivatori di processi.

A differenza del pensiero comune siamo consapevoli che un ordine di priorità nella visione dello "sviluppo sostenibile" basato sui pilastri aconomia/ecologia/diritti umani c'é:

l'ambiente senza l'uomo se la cava, le comunità sono vissute per migliaia di anni e molte vivono tuttora senza denaro. Se provate a pensare il contrario vi accorgete che il denaro non può esistere senza le comunità, per quanto conflittuali, e le comunità senza un accesso all'ambiente non hanno speranza di sopravvivenza. In questo senso l'ambiente ha la massima priorità, nonostante la crisi economico finanziaria possa distogliere l'attenzione

Un patto tra produttori, intemediari e consumatori per realizzare insieme una filiera integralmente etica.

I consumatori aggragandosi in GAS hanno la possibilità di incidere più profondamente sulla fliera, di autoorganizzarsi, di approfondire temi e argomenti che diversamente sarebbero inaccessibili.

I produttori di beni e servizi sono anche essi consumatori:hanno la possibilità di accedere ad altri beni e servizi realizzati seguendo i principi di solidarietà alla base del loro esistere.

Noi e gli altri intermediari etici facilitano questi processi garantendo logistica e organizzazione

Pace, convivialità delle differenze intercultura, capiacità di dialogo, logica degli equivalenti, nonviolenza...

c'è tutta una storia alternativa, sconosciuta ai più, di uomini comuni ed eroi che hanno scelto la nonviolenza come strada per trasformare i conflitti

Sostieni le botteghe del mondo con una donazione!